Caso Morgan in tv: il gatto si morde la coda

Pubblicato: 7 febbraio 2010 in culture

[…] Bisogna guardare in faccia la realtà: c’è un link molto forte fra droga (e altre dipendenze) e spettacolo, non riducibile al mondo dellla musica pop e rock ma esteso a gran parte della tivù e a gran parte del cinema. E il motivo è chiaro. La droga è il sostitutivo di esperienze umane mancanti. Quando i rapporti umani diventano superficiali, quando la vita diventa consumo fra le quinte spettrali di centri commerciali e quartieri dormitorio delle città, la droga diventa il sostituto di sentimenti, emozioni, commozioni. Attori, musicisti, politici apparentemente vivono una vita non così povera e banale. Ma in realtà anche in loro c’è un’allarmante povertà di esperienza umana: la loro persona si identifica col ruolo, con la parte che recitano. C’è sovrapposizione fra il personaggio e la persona col prevalere del primo sul secondo. Ma un personaggio non vive veramente rapporti, tutto quello che gli accade gli è esterno, non implica veramente la sua persona. Di qui un’aridità affettiva dalla quale si cerca di liberarsi con la droga.

L’inghippo dunque è il seguente: la tivù non può, anche con le più edificanti motivazioni, contribuire a risolvere il problema di un Morgan che assume stupefacenti, perché è proprio la tivù nella sua essenza ad essere un fattore del disagio che sfocia nell’assunzione di stupefacenti. La tivù crea e propone personaggi, ma è proprio l’essere un personaggio che facilita la discesa nell’inferno della droga. Per liberarsi, Morgan ha bisogno di essere meno personaggio. Quindi deve apparire meno in tivù, e non di più, nemmeno “a fin di bene”. Mille trasmissioni tivù contro la droga non servono a nulla come prevenzione o repressione del fenomeno, anzi: fanno pubblicità alla droga, oggetto proibito che invita alla trasgressione. Serve di più andare a giocare insieme una partita di pallone, raccontarsi storie di fidanzate, parlare con tuo figlio di una cosa che lo ha spaventato, zappare l’orto, aggiustare una porta che non si chiude, ecc.  Mi spiego?

Rodolfo Casadei, 5 febbrai 2010

Annunci
commenti
  1. Andrea ha detto:

    A me sembra di no

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...