Un leader moderato

Pubblicato: 17 settembre 2009 in politics

dipietroAnzitutto considerate le seguenti e autentiche valutazioni politiche – chiamiamole – pronunciate da Antonio Di Pietro negli ultimi due anni:

1) «Il premier, con stile mafioso, impone ai suoi picciotti che cosa devono fare»;
2) «Abrogheremo il Lodo Alfano che non serve allo Stato, ma solo a qualcuno, ci vuole la mazza, ci vuole»;
3) «Per Berlusconi i magistrati rappresentano ciò che gli ebrei rappresentavano per Hitler: razza infame da eliminare, anzi dementi da mandare nei manicomi»;
4) «Affidare il caso dei rifiuti campani a Berlusconi è come consegnare l’Avis a Dracula»;
5) «Berlusconi è un novello Nerone che merita una mozione di sfiducia in Parlamento»;
6) «Berlusconi è come Videla»;
7) Il Lodo Alfano consente a un presidente del consiglio di ammazzare la moglie, squartare le amanti, spacciare droga senza essere processato»;
8 ) Il governo Berlusconi contiene i semi del razzismo, dell’antisemitismo, della xenofobia, del fascismo e del piduismo… si comincia con la caccia al nero e si finisce con quella all’ebreo».

Tutto ciò posto, considerate poi che Bruno Vespa, ieri, si è offeso perché Antonio Di Pietro lo ha definito così: «Vespa sta al giornalismo come la sedia elettrica sta alla vita umana».
Cioè, ma ‘sto Vespa chi si crede di essere?

Libero, 16 settembre 2009

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...