Ricostruire l’uomo

Pubblicato: 31 luglio 2009 in culture, politics
Tag:
“Il nostro non è il primo secolo in cui si ride dei concetti di Bene e di Male. Questi concetti sono stati banditi dall’uso comune e sostituiti da distinzioni e contrapposizioni politiche, o di classe, destinate comunque a un’esistenza effimera.
Ci si vergogna di addurre come argomenti idee e concetti di eterno valore; ci si vergogna di ammettere che il male è annidato nel cuore di ogni essere umano prima che in un sistema politico; e non ci si vergogna affatto di credere ogni giorno al Male integrale.
Di cedimento in cedimento l’Occidente sta slittando irreparabilmente verso l’abisso, sotto gli occhi della nostra generazione. Le società occidentali perdono la loro essenza religiosa e regalano spensieratamente i loro giovani all’ateismo…
[…]Se tutti i diritti sono concessi dall’esterno, perchè si dovrebbe cercare di trattenersi spontaneamente, per volontà propria, da azioni indegne?”.


A. Solzenicyn, Ricostruire l’uomo, 1984

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...